Skip to content

Acquisizione clienti: il costo di acquisizione

Cosa si intende per Acquisizione

Oggi parliamo di Acquisizione, cioè di quella parte del marketing che ti può aiutare a trovare nuovi clienti per la tua attività.

Nel gergo del marketing, il momento che va da attirare qualcuno che non ti conosce a fargli acquistare uno qualunque dei tuoi prodotti o servizi, si chiama fase di Acquisizione.

costo di acquisizione: acquisto

Basta che compri qualunque cosa ed è proprio per quello che ho detto “uno qualunque dei tuoi prodotti o servizi“.

Il passaggio da non cliente a cliente è psicologicamente importante perché in pratica una volta che hai detto il primo sì, cioè una volta che hai comprato il primo prodotto, è molto più facile fartene comprare altri.

È per questo che molti bravi esperti di marketing cercano di farti comprare un primo prodotto facendoti una sorta di offerta che non puoi rifiutare. Magari tramite qualcosa di molto allettante, un prodotto sottocosto, un servizio a prezzo molto basso e così via…

Un altro esempio è quando vedi quelle offerte del tipo paghi solo le spese di spedizione.

In pratica ogni volta che vedi prodotti o servizi che vengono venduti a prezzi molto bassi rispetto al valore che gli daresti, sei di fronte a qualcosa nato per farti diventare cliente.

Se hai difficoltà a trovare nuovi clienti, ti consiglio di vedere questo video in cui ti parlo di come acquisire clienti in 3 step.

Come capire se la tua acquisizione clienti funziona

Torniamo sul discorso principale: come faccio però a capire se la mia acquisizione clienti funziona? Cioè come faccio a dire se sono bravo a portare nuovi clienti?

acquisizione clienti che funziona

Ti faccio un esempio: domani faccio una pubblicità alla TV e riesco ad “acquisire” 1.000 clienti. Ho portato mille persone a comprare il mio prodotto o servizio da 50€. Quindi potresti pensare che ho fatturato 50€*1.000 prodotti = 50.000€.

Peccato che la pubblicità che mi ha portato quei clienti mi sia costata un milione di Euro. Sono sotto di 950.000€.

Capisci quindi che il numero di clienti è un parametro relativo e che conta solo se messo a confronto con altre variabili.

Con questo esempio vedi anche quanto sia importante misurare bene questa fase.

Perché la differenza tra avere un’acquisizione che funziona e una che non funziona bene è la stessa che passa tra avere un business che va alla grande e uno che morirà a breve.

La fase di acquisizione ha due metriche, quindi due dati che devi misurare per sapere se sta funzionando o meno.

In questo video ti parlo del primo di questi dati, mentre nel prossimo del secondo.

Occhio però che servono entrambi, non ne basta solo uno e ti farò vedere il perché.

Il Costo di Acquisizione

Il primo valore che devi conoscere è il cosiddetto Customer Acquisition Cost, o in italiano “costo di acquisizione” (detto anche CAC).

costo di acquisizione

Il costo di acquisizione è il costo complessivo per portare qualcuno ad essere tuo cliente.

Se ad esempio hai fatto una campagna pubblicitaria su Facebook e hai speso 100€ e questa ti ha portato 2 clienti, il costo di acquisizione sarà pari al costo della campagna, diviso il numero di clienti.

In questo caso quindi 100€ (quello che hai speso)/2 (il numero di clienti che ti ha portato la campagna) = 50€. Quindi ogni cliente ti è costato 50€.

Mi raccomando però, il costo di acquisizione è una metrica importantissima nel tuo business e devi sempre tenerne traccia ogni volta che spendi soldi in pubblicità o fai azioni per cercare di acquisire clienti.

Dovresti sapere il costo di acquisizione per ogni attività di marketing che fai.

Spendi budget su Facebook, calcola il tuo costo di acquisizione.

Spendi soldi alla radio, calcola il costo di acquisizione. E così via.

Non sapere il CAC delle tue attività di marketing è come guidare bendato una macchina ad alta velocità: c’è la possibilità che tu non vada a sbattere contro nessuno, ma in generale il rischio di farsi male è molto alto.

Per ora voglio solo mettere in chiaro la sua importanza: se vendi un prodotto da 10€ e il costo di acquisizione è di 50€, sei abbondantemente in pericolo.

Questo significa che con questa vendita sei sotto di almeno 40€ e che dovresti fare in modo di far acquistare ancora qualcos’altro al tuo cliente in modo da ridurre la perdita ed andare in profitto.

Se il costo di acquisizione invece è relativamente piccolo rispetto al prezzo del tuo prodotto significa che stai andando alla grande.

Tutto questo discorso è comunque per farti capire che solitamente acquisire un cliente ha un costo più o meno alto e devi sapere quant’è.

Devi saperlo perché se ti porti dentro clienti che ti spendono poco e che tu paghi tanto, sei fregato. Viceversa hai messo la base per un’attività che va alla grande.

Ci sono comunque casi in cui puoi acquisire clienti gratis e ti parlerò delle varie modalità per farlo, nei prossimi video.

Conclusioni

Piccolo recap finale.

Il momento che va da attirare qualcuno che non ti conosce a fargli acquistare uno qualunque dei tuoi prodotti o servizi, si chiama fase di Acquisizione.

Il passaggio da non cliente a cliente è psicologicamente importante perché in pratica una volta che hai detto il primo sì, cioè una volta che hai comprato il primo prodotto, è molto più facile fartene comprare altri.

È per questo che molti esperti di marketing cercano di farti comprare un primo prodotto facendoti una sorta di offerta che non puoi rifiutare.

La fase di acquisizione ha due metriche, quindi due dati che devi misurare per sapere se sta funzionando o meno.

In questo video ti ho parlato del primo di questi dati che si chiama Customer Acquisition Cost, o in italiano “costo di acquisizione” (detto anche CAC).

Il costo di acquisizione non è altro che il costo complessivo per portare qualcuno ad essere tuo cliente quindi è uguale al costo della campagna diviso il numero di clienti.

Devi tenere traccia del tuo CAC ogni volta che spendi soldi in pubblicità o fai azioni per cercare di acquisire clienti.

In pratica dovresti sapere il costo di acquisizione per ogni attività di marketing che fai.

Questo ti permette di avere sotto controllo l’acquisizione e la crescita della tua azienda, al contrario è come se stessi guidando una macchina ad occhi chiusi.

Lascia un commento