Email Marketing: email VS social

Se hai una pagina Facebook per la tua attività o un canale Youtube o una pagina Instagram, probabilmente in questo momento non sai che hai un problema enorme.

È una sorta di bomba ad orologeria che prima o poi esploderà con danni enormi per il tuo business.

In questo video ti parlo di questo problema e ti spiego anche come risolverlo in maniera gratuita.

Se te lo sei perso, qui trovi il primo video sull’Email Marketing.

Email VS Social: Social networks

È un anno che si ripete continuamente questa storia: incontro qualcuno e:

“Ciao Luca, ho una pagina Instagram e ci ho messo un bot bla bla bla faccio tanti follower e like”.

A parte che dovremmo aprire una parentesi per capire se effettivamente da questi like e follower ci tiri fuori qualcosa, cioè fatturi oppure è tutta scena? Ma il tema di oggi è un altro.

Il tema è che tutto questo si ripete nel tempo. Cioè non è la prima volta che accade.

In pratica ogni due o tre anni c’è una piattaforma del momento che sembra fare davvero la differenza. Però devi stare attentissimo a questa cosa che si ripete, perché può essere una perdita di tempo, e quindi anche di soldi, incredibile.

Torniamo nel 2010, le pagine Facebook sono sulla cresta dell’onda.

Ti viene l’idea di creare una pagina per la tua attività.

È il momento giusto quindi sei stato bravo a scegliere questa piattaforma, tra l’altro tu sei un tipo sveglio e ci sai fare con i contenuti.

In breve tempo la tua pagina cresce e anche il numero di like aumenta.

email vs social: facebook

La gente commenta sempre tanto, condivide, a volte qualche contenuto diventa virale.

Ogni tanto metti anche qualche post per vendere il tuo prodotto e qualcosa funziona, quindi capisci che ha senso continuare così.

L’unico svantaggio è che perdi tantissimo tempo durante al giorno per creare questi contenuti, visto che comunque devi postare frequentemente.

Ma giustamente te ne freghi perché i risultati ci sono.

Il problema con i Social

Poi improvvisamente dopo un po’ di mesi, accade l’impensabile.

Ogni volta che fai un post, non arrivano più così tanti like. Anzi a dire la verità se prima facevi 200, 300 like, adesso quando ne fai 10 è un miracolo. Commenti zero, condivisioni idem. Disastro.

Ma cos’è successo davvero? Perché da un momento all’altro è finito tutto?

Il problema è che Facebook, così come tutte le altre piattaforme social o meno social è un’azienda.

Non è una no profit e Zuckerberg non fa volontariato. Questo credo sia ben chiaro.

E quindi come fa a guadagnare?

email vs social: facebook

Funziona così: quando fai un post oggi, solo una piccolissima parte di chi ti ha messo like vede il post. Se vuoi farlo vedere a più persone, devi pagare, facendo delle sponsorizzate.

Oggi infatti se vuoi avere dei risultati su Facebook, l’unica cosa che puoi fare è pagare.

Non ci sono altri modi.

Quindi se hai perso magari due anni o più per crearti una pagina o un gruppo che ha moltissimi like, praticamente oggi ha pochissimo valore perché tanto se fai un post pochissime persone lo vedono senza pagare.

In generale quindi spendere tanto tempo per creare contenuti su una piattaforma specifica ha poco senso, perché prima o poi chi gestisce quella piattaforma “chiuderà i rubinetti”, rendendo difficile comunicare con i propri potenziali clienti, se non facendolo a pagamento.

Ovviamente non ti sto dicendo di non usare i social.

Puoi fare e usare tutti i social che vuoi per provare a far crescere la tua attività, ma il mio consiglio è quello di sapere che:

a) prima o poi dovrai spendere soldi in pubblicità per raggiungere i tuoi “fan”;

b) creare una fan base è un lavoro che può richiedere anni e non è detto che poi porterà risultati.

In generale se non hai budget parti con il presupposto che la strada sarà lunga e difficilissima. Se è una cosa che fai per passatempo ok, ma se è una cosa che fai per la tua azienda o per professione, stai molto attento.

Email VS Social: Perché le email

Se non hai budget, l’unica cosa intelligente che puoi fare è costruirti una lista di email di potenziali clienti.

L’email non è controllata da nessuno, non c’è ad esempio uno Zuckerberg che ad un certo momento stacca la spina e dice che lo devi pagare per far vedere le tue mail.

Quindi se nel tempo ti sei costruito una lista email di 1000, 10mila, 100mila potenziali clienti, nessuno ti vieterà di comunicarci gratuitamente. Significa che puoi sempre inviare qualcosa a queste persone e loro potenzialmente possono vederle.

email vs social: email marketing

Se ad esempio la tua mailing list ha un tasso di apertura medio del 40%, significa che ogni volta che mandi una newsletter il 40% dei tuoi utenti la apre e sarà sempre così, ovviamente se fai le cose per bene.

Se invece hai una pagina FB con 10mila like, ogni volta che fai un post senza sponsorizzarlo, quindi senza spendere soldi, magari te lo vedono solo l’1 o il 2% di chi ti ha messo like. 40% contro 1% per sempre.

Email VS Social. Chi credi che vinca?

Tra l’altro l’email è gratuita e puoi automatizzarne il flusso in modo tale da risparmiarti tantissimo tempo.

Potresti costruire degli autoresponder, cioè una serie di mail che ad esempio danno il benvenuto al tuo nuovo contatto e gli spiegano i tuoi prodotti.

Crei l’autoresponder, lo attivi e lo lasci lavorare. L’email marketing ha una serie di vantaggi davvero incredibili e funziona sempre se sai farlo bene.

Per questo motivo invece di far crescere i fan su una pagina Facebook, dovresti concentrarti sul far crescere una tua lista di contatti email. Quello è uno dei pochi asset di valore che può avere il tuo business.

email vs social: mailing list

Mi raccomando come ripeto sempre in quasi tutti i video, la lista deve essere composta di persone che hanno richiesto di ricevere le tue mail.

Non devi comprare liste, non devi cercare di prenderti indirizzi email online in qualche modo, devi fare in modo che la gente voglia entrare volontariamente sulla tua lista mail.

Ma di questo ne parleremo nei prossimi video perché ci sono tante cose che puoi fare per aumentare la tua lista di email.

Email VS Social: Conclusioni

In questo video ho parlato di email VS social.

Ti ho spiegato uno dei più grossi problemi che hanno le varie piattaforme online come Facebook o Instagram.

Cioè che passato un primo periodo di assestamento, visto che da qualche parte ci devono guadagnare, cominciano a richiedere denaro per far vedere i tuoi post.

È successo con le pagine Facebook, è successo con i gruppi, è successo con Linkedin, succederà con instagram, succederà con i prossimi social network.

Magari hai speso tanto tempo per costruirti un seguito su queste pagine ed improvvisamente in pochissimi vedono i tuoi post.

Quindi sappi che prima o poi dovrai spendere soldi in pubblicità per raggiungere i tuoi “fan” e ricordati anche che creare una fan base è un lavoro che può richiedere anni e non è detto che poi porterà risultati (e per risultati intendo soldi).

L’attività alternativa che puoi fare è crearti una lista mail, quindi investire il tuo tempo nel fare in modo che sempre più persone si iscrivano alla tua mailing list.

La lista mail è uno dei pochi asset che portano risultati nel marketing digitale, perché è gratuita e perché non c’è nessuno che può improvvisamente “staccarti la spina”.

Se una lista mail ha un tasso di apertura del 40%, ovviamente facendo le cose fatte bene, avrai più o meno sempre quel tasso, gratuitamente. Invece su Facebook ad esempio se fai un post in una pagina e non lo sponsorizzi (quindi non paghi) lo vedranno solo il 1-2% delle persone che ti hanno messo like.

Ah, la lista email non deve essere comprata, né devi rubare i contatti da qualche parte, le persone devono volontariamente voler ricevere le tue email.

Per sapere come fare a far crescere la tua lista mail farò un video apposito, quindi non perderti assolutamente le prossime uscite.

Ci vediamo presto con nuove pillole di marketing digitale!

Lascia un commento